Territorio

T di territorio ma anche di tradizioni e di turismo. E già, perché se il territorio per un’impresa culturale è come il palcoscenico per un attore, non si può parlare del territorio italiano senza far riferimento alle sue tante e antiche tradizioni, né tantomeno senza un riferimento al turismo che, coinvolgendo sempre di più la cultura nei suoi itinerari, rappresenta un settore fondamentale per l’economia nazionale.

Il territorio italiano è stato in passato ed è tuttora meta di artisti, viaggiatori, letterati e pellegrini di ogni nazionalità per via dell’innegabile centralità culturale della penisola nella storia e nella politica mondiale. Tuttavia da anni si avverte un declino culturale e per questo è sempre più forte l’esigenza di scoprire e riscoprire un territorio dalle inestimabili bellezze, meta ambita dai viaggiatori di tutto il mondo ma che presenta ancora enormi problemi di diversa natura come la difficoltà di fruizione dei luoghi di interesse culturale, l’inadeguatezza del sistema di trasporto pubblico, la scarsa valorizzazione di luoghi considerati di interesse minore.

Tra gli obiettivi della cooperativa vi è quello di scoprire e riscoprire, valorizzare e promuovere il proprio territorio, in particolar modo il Meridione, per dimostrare al mondo che esso non è solo buona cucina e belle spiagge ma anche un fantastico museo a cielo aperto ricco di storia, arte, tradizioni e paesaggi incantevoli. Obiettivi ambiziosi che la cooperativa porta avanti attraverso progetti di valorizzazione con la collaborazione di personale qualificato che nutre un forte amore per la propria terra e il proprio lavoro.

Un occhio di riguardo alla Basilicata, terra che ospita la C.a.r.t.e. soc. coop. e dalla quale prende il via questa avventura nel mondo delle industrie culturali e creative, ovvero l’antica Lucania, set di molti film e meta di numerosi pellegrini, ma ancora poco scelta dai viaggiatori a causa della scarsa conoscenza delle risorse storico-artistiche e paesaggistiche qui presenti.

Territorio - CARTE (Design by: Gustavo Adrián Salvini)